A Francesco Polacchi, presidente della casa editrice Altaforte, sono costate un’iscrizione al registro degli indagati le sue esternazioni alla trasmissione radiofonica “La Zanzara”.

La Procura di Torino ha formulato un’accusa per lui di apologia al fascismo. Si tratta di un atto formale che segue gli esposti di Sergio Chiamparino e Chiara Appendino.

A “La zanzara” Polacchi, intervistato sul caso scoppiato sulla presenza della sua casa editrice, che ha pubblicato un libro di Matteo Salvini, aveva sostenuto che Mussolini era stato il miglior statista italiani e che l’antifascismo è il vero male di questo Paese”.