I rumors di incontri nazionali che portano sul tavolo di discussione un’ipotetica alleanza tra Partito Democratico e Movimento Cinque Stelle per Torino 2021, probabilmente animati anche dalla disponibilità di alcuni Dem di fare da pronto soccorso alla Giunta di Appendino da qui alla fine del mandato, fa drizzare le antenne al centrodestra che, finito rocambolescamente all’opposizione del Governo l’estate scorsa, sta però mietendo successi a livello locale grazie anche a un Salvini scatenato.

La deputata leghista Elena Maccanti, torinese, a margine del dibattito alla Camera su Alitalia in corso a Roma, sorride all’idea e commenta con una battuta.

«Alleanza tra Pd e M5s sotto la Mole? Bene, ci prepariamo a governare Torino!».

Intende dire che una coalizione in salsa nazionale per Torino 2021 potrebbe favorirvi?

Credo che la gente sia stanca di chi non garantisce un progetto e un futuro. Movimento Cinque Stelle e Pd sono lontani su tutto e se si concretizzasse un’allenaza anche per le elezioni torinesi, altro non significa che la conservazione del potere.

Eppure il Governo nonostante tutto sembra tenere botta

I cittadini non capiscono queste logiche. Una loro coalizione per le amministrative sarebbe la conferma di una profonda crisi oltre alla distanza dal proprio elettorato del partito democratico.

E i Cinque Stelle?

Guardi, stiamo discutendo su Alitalia e Pd, Cinque Stelle, Italia Viva e Leu hanno quattro idee diverse. Ora dico, va bene vincere le elezioni però poi ci va una visione comune per governare. Anche su Torino, mi chiedo quale strategia di crescita e di sviluppo per la città possano attivare concretamente. In città sono divisi su ogni cosa: la ztl, i monopattini, le olimpiadi…

Cosa significa questo per voi?

Che toccherà a noi governare e che siamo pronti con una progettualità vera che tolga la città dal declino degli ultimi anni e la rilanci con un serio programma. I cittadini non permetteranno alla politica di immobilizzare ulteriormente la loro città. Noi siamo pronti.