Niente Notte Europea dei Ricercatori per Torino. Tutto confermato: dopo dodici anni consecutivi la manifestazione non sarà ospitata nel capoluogo piemontese per quanto riguarda l’edizione 2018, mentre in altre dodici città italiane si svolgerà normalmente.

La Commissione Europea infatti non ha selezionato il progetto nostrano. Ma perché?

A quanto pare la valutazione è stata in linea con quella degli anni precedenti, ma «una competizione più accesa» avrebbe determinato questo risultato, secondo gli addetti ai lavori.

Dunque, «non sussistono le condizioni per l’organizzazione dell’evento nella forma che tutti conosciamo per settembre 2018». Ma dall’Università degli Studi di Torino si pensa già al 2019, dopo la bocciatura. Già, perché, dicono, se «tale esito, seppur deludente per un progetto tanto consolidato sul nostro territorio, fornisce l’opportunità di pensare a formule più efficaci e convincenti per il futuro».

Una cattiva notizia che però sembra passare sotto traccia. Infatti dall’amministrazione Appendino non sono ancora arrivati commenti sulla vicenda che ha portato ad interessarsene, oltre al consigliere comunale Alberto Morano, che ha presentato un’interpellanza,  l’europarlamentare dei “Socialisti e Democratici” Daniele Viotti.