L’aria condizionata è diventata indispensabile in tutte le case per riuscire a resistere alle giornate afose, grazie al controllo dell’umidità e della temperatura che è in grado di dare. Il termine “aria condizionata” è erroneamente associato al dispositivo che viene utilizzato per rinfrescare un ambiente, invece il suo vero significato è “climatizzare a proprio piacimento” in base alle esigenze abitative o lavorative in ogni stagione. Indubbiamente la mansione principale di un climatizzatore è proprio quella di rinfrescare gli ambienti durante l’estate.

Anche se i condizionatori fissi sono ormai presenti in quasi tutte le case, ci sono delle situazioni in cui si preferiscono i climatizzatori portatili. Ma quali sono i pro e i contro da valutare prima di acquistare un climatizzatore portatile? Quali sono gli aspetti principali nella scelta di un condizionatore portatile? I parametri da valutare attentamente prima dell’acquisto di un climatizzatore portatile sono:

• classe energetica;

• bassa rumorosità;

• potenza di raffreddamento;

• funzione che permetta di mantenere una temperatura costante soprattutto di notte;

• deumidificatore;

• sistema di filtraggio.

Naturalmente come per tutti gli elettrodomestici, anche i condizionatori portatili hanno dei pro e dei contro da valutare che tra poco vedremo insieme. Prima di decidere quale prodotto acquistare è bene informarsi adeguatamente sulle caratteristiche in modo da poter scegliere il miglior condizionatore portatile per le tue esigenze.

I pro dei climatizzatori portatili

Il vantaggio principale di un condizionatore portatile è senza dubbio la possibilità di raffreddare solo una determinata area in modo da consumare meno energia rispetto a quella che un climatizzatore fisso impiegherebbe per raffreddare tutta la casa.

In più capire bene il rapporto tra la potenza del climatizzatore e i metri quadrati da raffreddare servirà ad aumentare ancora di più il risparmio in bolletta.

Il vantaggio principale molto probabilmente è quello di non avere un’unità esterna. Questo permette di poterlo spostare comodamente in ogni locale della casa, ma non solo, non c’è la necessità di interventi edili per l’installazione, cosa invece indispensabile per le due unità di un climatizzatore fisso.

Altro punto a favore dei condizionatori portatili è quello della pulizia. Smontare il filtro di un’unità fissa richiede tempo e fatica, bisogna salire su una scala e lavorare piuttosto scomodi e col rischio continuo di cadere. Invece con climatizzatore portatile sarà semplicissimo rimuovere il filtro e procedere alla pulizia secondo le indicazioni della casa costruttrice. Anche perché la pulizia del filtro andrebbe di norma eseguita almeno 2/3 volte al mese.

I contro dei climatizzatori portatili

Lo svantaggio più importante dell’aria condizionata portatile è quasi sicuramente costituita dalla classe energetica. Per rispettare le norme di legge, si dovrebbero utilizzare climatizzatori portatili con classi energetiche alte, in ogni caso mai oltre la “G”. In commercio si trovano prodotti che superano ampiamente questa soglia e altri che invece la rispettano in pieno.

Se si ipotizza di farne un uso abbastanza importante del climatizzatore, soprattutto con le temperature così alte che si stanno registrando questa estate, è meglio investire qualcosina in più al momento dell’acquisto per una classe A+ che ripagherà in futuro con una bolletta molto più leggera.

Altro punto a sfavore è dato dal sistema di scarico della condensa. Esistono condizionatori portatili predisposti per eliminarla attraverso dei sistemi appositi detti scaricatoi, altri invece hanno solo la tanica che va svuotata manualmente. Pensa che un condizionatore portatile può arrivare a creare anche 30 litri di condensa giornalieri che, con taniche da 5 litri, come nei modelli più comuni, richiede di essere svuotata almeno 6 volte.

Condizionatori portatili: opinioni

In rete si trovano numerosi siti dove si possono leggere le opinioni e le recensioni di chi ha già provato i vari modelli di climatizzatori portatili. In questo modo ci si può rendere conto se il modello che si ha in mente di acquistare è davvero adatto alle proprie esigenze.

Condizionatori portatili: prezzi

Adesso che si hanno le idee piuttosto chiare si può valutare l’acquisto del nuovo climatizzatore portatile in base a tutte le informazioni che hai trovato in questo articolo. I prezzi naturalmente variano in base a molti fattori, primo fra tutti la classe energetica come abbiamo visto. Per avere un quadro ancora più completo, con modelli specifici e prezzi, vi rimandiamo ad un sito specializzato che si occupa proprio di recensire e che ha creato una pagina dedicata proprio all’argomento: https://buonoedeconomico.it/opinioni/il-miglior-climatizzatore-portatile/ .