La consigliera regionale del Partito Democratico Monica Canalis ha evidenziato l’assenza degli assessori all’Infanzia e alla Salute della Giunta Cirio dalla riunione di Commissione dove oggi si affrontava il tema degli abusi sui minori.

Un’assenza che pesa, secondo Canalis, soprattutto perché è il centrodestra ad aver dato il via a una indagine conoscitiva su abusi e affidi, affidato proprio alla Commissione. «Questa mattina in IV Commissione – spiega Canalis – sono iniziate le audizioni dei soggetti che si occupano di affidamento familiare. Il tutto si è svolto in assenza degli assessori Caucino e Icardi, né erano presenti rappresentanti dei loro assessorati. Vista l’urgenza con cui il centrodestra ha voluto istituire l’indagine Conoscitiva sugli abusi sui minori, ci saremmo aspettati attenzione ben altra attenzione».

«Durante le audizioni – aggiunge – la sala era semideserta e i consiglieri di maggioranza se ne sono andati a metà audizione. Evidentemente per loro un conto è la propaganda, altro è il lavoro di approfondimento su una materia tanto delicata».

«Il clima di sfiducia alimentato da Lega e Fdi – continua Canalis – sta facendo aumentare le aggressioni nei confronti degli assistenti sociali, disincentivando le richieste di aiuto da parte delle famiglie in difficoltà, e scoraggiando le famiglie a prendere un bambino in affidamento. La rete piemontese di tutela dei minori merita finanziamenti e supporto, non accuse».