A scanso di eclatanti sorprese dell’ultima ora, la consigliera Marina Pollicino potrebbe essere l’ultima e unica grillina a lasciare il gruppo consiliare per finire in quello misto.

A poche ore dal vertice di questa sera alle 19, in cui la sindaca Appendino avrà un faccia a faccia con la sua maggioranza, dopo gli screzi originati dalla cacciata del vicesindaco Guido Montanari in seguito al trasferimento del Salone dell’Auto da Torino alla Lombardia e dopo l’ultimatum con cui Appendino chiedeva carta bianca ai suoi, la situazione non sarebbe più da titoli di coda.

Infatti grazie ad un lavoro certosino in questi giorni ci sono già stati alcuni confronti e a quanto pare non ci sarebbe l’intenzione né di Maura Paoli e Daniela Albano né di Viviana Ferrero e Damiano Carretto, i nomi da sempre indicati come spine nel fianco per la sindaca, di lasciare il gruppo.

E anche con Fabio Versaci, storico amico oltre che compagno politico di Appendino, ci sarebbe stato un chiarimento dopo che l’ex presidente del consiglio comunale aveva abbandonato la Sala Rossa alla fine del discorso della sindaca e nei giorni successivi non aveva risparmiato critiche alla prima cittadina anche perchè deluso umanamente dall’atteggiamento con cui Chiara li aveva trattati, mettendoli tutti allo stesso livello.

Versaci è tornato proprio oggi a Palazzo Civico da cui mancava appunto da lunedì e ha raggiunto la sindaca. Un chiarimento dovuto, dicevamo, anche per l’amicizia che lega i due. Versaci infondo è uno di quelli che non ha fatto mai mancare l’appoggio alla prima cittadina, anche quando, come ha ripetuto in questi giorni lo stesso pentastellato, le decisioni da prendere erano impopolari e non in linea con il Movimento Cinque Stelle.

Curiosità: alcuni dipendenti che hanno incrociato nei corridoi il consigliere pentastellato lo hanno invitato a non mollare proprio ora.

E a quanto pare la maggioranza non ha intenzione di mollare, dunque. Anche perchè c’è un appuntamento importante, che non è solo la delibera sul motovelodromo, ma bisogna entro il 31 luglio votare gli equilibri di bilancio. Non dovrebbe essere un problema per Appendino incassare la fiducia su questo capitolo da parte dei suoi.

Crisi rimandata? Per ora sembrerebbe proprio di si. Con Appendino che sarebbe riuscita ancora una volta a mediare, proprio quando sembrava impossibile farlo.