Il giorno della vigilia di Natale si vorrebbe, e bisognerebbe, parlare d’altro.
E avrei tanto voluto farlo.
Ma non è possibile.
Perché Lega e Cinque Stelle hanno fatto la festa agli italiani.

Hanno fatto la festa ai pensionati con 1300 euro al mese, portandogli via 2 miliardi.
Hanno fatto la festa al volontariato e al non profit, portandogli via 120 milioni.
Hanno fatto la festa alle imprese, cancellando sgravi essenziali per creare posti di lavoro.
Hanno fatto la festa agli investimenti pubblici, tagliandoli di miliardi.
Hanno fatto la festa ai comuni, sforbiciando i rimborsi Imu-Tasi, imponendo tagli alla spesa corrente tramite l’obbligo di maggiori accantonamenti e creando buchi nei bilanci con la cancellazione delle cartelle esattoriali.

Hanno fatto la festa ai giovani, bloccando le assunzioni nel pubblico impiego, tagliando le borse di studio e i fondi dell’alternanza scuola-lavoro, dimenticando completamente la scuola.
Hanno fatto la festa alla legalità, con i condoni fiscali e per i senza titoli nella sanità.
Hanno fatto la festa al futuro, ipotecandolo con una previsione di aumento Iva senza precedenti, 23 miliardi nel 2020.

Il volontariato è in rivolta. I sindacati annunciano proteste.

Contro questo governo vergognoso tutti devono mobilitarsi.