Preso dalle vicende nazionali, dagli ultimatum al suo governo del presidente del Consiglio Giuseppe Conte, non ho dato la giusta considerazione al Movimento sociale Cinquestelle di Beinasco e alla lamentatio di Daniela Zanetti ormai ex candidata a sindaco della cittadina attraversata dal torrente Sangone che sempre caro mi sarà per aver ispirato una della più prime poesie di Gipo Farassino, Sangon Blues.

E già questo riferimento dovrebbe aiutare la signora Daniela a guardare con maggiore disponibilità d’animo l’interpretazione di Nuova Società sull’appoggio presunto o vero del grillismo locale al centro destra in corsa per il ballottaggio.

In fondo, il cronista ha fatto soltanto il suo mestiere e non ha certo rivelato chissà quali misteri da meritare una querela. Anzi. Si è nell’ordinario, quasi scontato e banale, con il governo in carica (ancora) gialloverde. La notizia eclatante sarebbe stata semmai il contrario: i grillini pasionari per i progressisti.

Non si scomponga allora gentile signora Daniela, è tutto sotto controllo, almeno per una volta.