Chiara Appendino e Fabio Versaci parteciperanno, come era già avvenuto lo scorso anno, alla Festa della Repubblica.

Nessuna sorpresa, ma neanche un accenno di polemica da parte della sindaca e del presidente del Consiglio comunale di Torino che sabato saranno presenti in piazza Castello alle celebrazioni del 72esimo anniversario della proclamazione.

In verità era stato il presidente della Regione Sergio Chiamparino, far venire “cattivi pensieri”, con quell’invito a «chi ha responsabilità istituzionali ad andare alle celebrazioni».

Un invito però, dicono fonti da Palazzo Civico, inutile, visto che sia Appendino che Versaci non hanno mai lontanamente pensato di non essere presenti sabato 2 giugno alle celebrazioni.

Anzi. Quelle parole sono apparse come – aggiungono – una strumentalizzazione e un tentativo di far passare il messaggio che i due esponenti del Movimento Cinque Stelle sarebbero potuti non andare in segno di protesta per quanto accaduto nei giorni scorsi.

Quello scontro tra i M5s e il presidente della Repubblica Sergio Mattarella che aveva portato i consiglieri comunali pentastellati a disertare la Sala Rossa lunedì scorso.